Perché scegliere l’ostetrica?

L’ostetrica libera professionista, come la figura della levatrice nel passato, accompagna la donna in tutte le fasi della sua vita: dalla prima mestruazione, durante la vita fertile, fino alla menopausa; occupandosi di fertilità, ciclicità, femminilità, contraccezione ecc.

E’ specializzata, inoltre, nell’assistere la donna durante i momenti più importanti, gioiosi e a volte difficili del suo percorso nel diventare mamma: gravidanza, travaglio, parto e puerperio (post-partum). Non solo: gli occhi dell’ostetrica sono rivolti alla donna ma anche alla salute del neonato dentro e fuori il pancione, e al benessere della famiglia in generale.

La gravidanza comprende un insieme di cambiamenti fisici, psichici ed emotivi che contraddistinguono la vita sessuale e sociale della donna. Questo “rito di passaggio” ha la sua massima espressione nell’evento parto, e si conclude con il puerperio.

La visione che la nostra società ci dà della donna in stato di attesa è quella di una persona fragile, in costante pericolo e difficoltà. La gravidanza non è però sinonimo di malattia, tutt’altro: la gravidanza può creare salute. La gravidanza dà l’occasione alla donna di assumere comportamenti e abitudini di vita più sane per se stessa, grazie alla forte motivazione di fare il bene del figlio.  La mamma è, infatti, l’ambiente del bambino: alimentazione, sonno, stato di rilassamento…questo e molto altro influenzano lo sviluppo e la crescita del feto. Ecco che la donna può cogliere il tempo dell’attesa come un’occasione per smettere di fumare e bere alcolici, per alimentarsi in modo più sano, per dedicarsi al suo benessere psico-emotivo ecc. Il benessere non corrisponde solo ad esami del sangue senza asterischi e molte ecografie (spesso non necessarie, dato che l’Organizzazione Mondiale della Sanità ne indica solo tre come fondamentali)!

Un’altra importante scelta di salute è quella del professionista sanitario da cui farsi accompagnare in questo intenso momento della propria vita.

Numerosi studi scientifici confermano che l’assistenza fornita da un’ostetrica, in caso di gravidanza fisiologica, ha svariati benefici: minore richiesta di analgesia epidurale, minor incidenza di episiotomia e parti strumentali (ventosa), minor rischio di parto pretermine. Aumentano le possibilità di espletare un parto spontaneo e di allattare al seno.

Questi effetti positivi sono possibili grazie alle peculiari caratteristiche dell’assistenza ostetrica:

  • Continuità: l’ostetrica è il professionista di riferimento e di fiducia, dal pre-concepimento al puerperio (con possibilità di assistere a travaglio e parto sia in casa che in ospedale)
  • Orari: le visite hanno la durata di minimo un’ora
  • Coinvolgimento del papà: nei corsi e durante le visite, per creare fin da subito il nucleo familiare
  • Corsi: l’ostetrica conduce vari tipi di corsi (preparto, massaggio al neonato, perineo…)
  • Visione olistica: il mantenimento e il miglioramento della salute della donna è visto a 360°; quindi non solo sul piano fisico, ma anche su quello dei pensieri e delle emozioni
  • Strumenti efficaci e non invasivi: l’ostetrica mira ad indagare il benessere di mamma e bimbo con metodiche che non abbiano effetti avversi
  • Affiancamento: l’ostetrica individua i casi in cui gravidanza, travaglio, parto o puerperio si discostano dalla fisiologia ed è necessario che l’assistenza sia condotta assieme ad uno specialista (ginecologo, endocrinologo, pediatra…).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *